05-06/04/2014 – Bernina – Direttissima dal canale Sud

Caldissimo weekend in una delle valli scialpinisticamente meno prese in considerazione; raggiunto nel pomeriggio il rifugio Marinelli Bombardieri, diamo un occhio a tre itinerari di sci ripido al quale eravamo interessati: il canale Marinelli al Roseg, la Direttissima sud al Bernina e il canalone Folatti.

9 pizzo bernina scialpinismo direttissima canale sud sci mountainspace giacomo longhi (8)

Le condizioni non sono come pensavamo e anche le temperature tropicali han fatto la loro parte. Scegliamo la Direttissima Sud al Bernina: dopo alcune difficoltà nel passare la terminale, con un bel tuffo di teo nel buco, percorriamo l’itinerario in salita raggiungendo la vetta svizzera in un paio d’ore; da qui la successiva decisione di non scendere la parete in quanto esposta al sole già da un po di tempo.

Discesa lungo la normale sci ai piedi, lungo il canale laterale alla via alpinistica classica.

  • Altitudine min: 1900 m ca.
  • Altitudine max: 4049 m
  • Dislivello: 2700 m ca. (compresi ripellaggi in discesa)
  • Rif.d’appoggio: Rif.Marinelli Bombardieri 2814 m
  • Difficoltà: OSA+ / 45°
  • Esposizione: prevalente SUD – VARIA
  • Partecipanti: jack, teo, balle, gerry, pietro, tia
Annunci

25/01/2014 – Piz Griatschouls – Canale Centrale (CH)

Finalmente il weekend, e finalmente SOLE!!! Partendo alla cieca, scegliamo come meta l’engadina, cercando qualche angolo sperduto dove riuscire a trovare neve non crostosa, dovuta alle pioggie in alta quota settimanali.

Griatschlous canale centrale IMG_2903

Gira e rigira optiamo per salire al Griatschouls, cima che domina l’abitato di Zuoz, con i suoi 2972 m di quota. I pendii bassi purtroppo confermano subito le pioggie settimanali, mentre i pendii alti sono immacolati con neve vergine.

Griatschlous canale centrale IMG_2914

Percorrendo la cresta finale notiamo il canale centrale sotto la vetta in perfette condizioni, decidiamo quindi di scenderlo. Strettoia finale con salto, che dà accesso agli ampi pendii che portano a valle.

  • Partenza: Zuoz 1716 m
  • Altitudine max: 2972 m
  • Dislivello: 1300 m ca.
  • Esposizione: varia
  • Partecipanti: io, gerry, teo, pietro, marta, balle, colo, veronica, red

03/01/2013 – Canale Caimi – discesa sci Variante della strettoia

Mountainspace - Discesa sci Canale caimi canale strettoia grignetta IMG_2559

Sopra l’itinerario per intero, sotto il particolare della parte alta

traccia canale della strettoia caimi grignetta

Dopo la nevicata di ieri (2 gennaio), io e mio fratello attendiamo le prime schiarite del mezzogiorno per provare a scendere la variante sinistra del canale Caimi (in rosso nella foto), soprannominata Variante della Strettoia; questo canale presenta pendenze leggermente superiori al Canale classico (in verde nella foto), ed un pendio nevoso molto piu regolare e continuo, con gli ultimi 50 metri in impennata, che toccano i 40/45 gradi di pendenza all’interno della “strettoia”. sci calzati sotto alcuni metri dall’uscita sulla Cermenati.

Mountainspace - Discesa sci Canale caimi canale strettoia grignetta IMG_2638

Prima parte sciata con una leggera derapata, a causa della prima strettoia, dopodichè sciata molto aperta con 30 cm di polvere, fino alle reti paramassi di metà canale, da cui proseguiamo la discesa in sci a fianco delle tracce di salita.

18/28-12-2013 – Marocco – trekking e sci nel deserto

Natale 2013 all’insegna di sabbia e deserto, alternato alla neve delle vette dell’Atlante Marocchino; partiti da Milano Malpensa, atterriamo a Marrakech, luogo di partenza del nostro viaggio.

Dopo un incasinato noleggio di un’auto, ci dirigiamo a sud verso le alture del passo tizi n tichka, scavalcando la catena dell’atlante e addentrandoci nei deserti sahariani.  Seguendo un percorso classico, visitiamo le gole di Todra e Dades, salendo degli itinerari di trekking lungo la valle, spostandoci poi attraverso gli interminabili deserti che collegano le diverse città/oasi; permanenza di alcuni giorni nel deserto dove pernottiamo in una tenda berbera e sciamo sulle dune di sabbia, precisamente sulle dune dell’Erg chebby, le  piu alte dell’intera area. Faticoso noleggio degli sci in quanto l’attrezzatura è poca e “datata”, con totate assenza di manutenzione, ma alla fine della fiera ce la caviamo con uno scarpone da snowboard n.46 per il piede 36 di elisa, e con un vecchio paio di Kastle e un paio di scarponi salomon  insabbiati, stranamente perfetti per la mia statura. Mozzafiato le discese con gli sci al tramonto surfando le dune dorate del Sahara.

Mountainspace - Giacomino longhi - marocco sci deserto dune trekking IMG_2082

Diario di viaggio:

  • Giorno 1: Volo Milano MPX – Marrakech RAK + visita della città + noleggio auto (Renault clio “Dakar”)
  • Giorno 2: Marrakech – Ouarzazate, attraverso il passo di tizi n tichka 2260m e il Gran Atlante
  • Giorno 3: Ouarzazate – Tinghir, visita Gorge du Dades (Gole di Dades) + Trekking
  • Giorno 4: Tinghir – Merzouga,  trekking nel deserto + ricerca attrezzatura da sci e snowboard nel deserto
  • Giorno 5: Scisulle dune di sabbia di Erg Chebby, trekking nel deserto e spostamento alle tende berbere
  • Giorno 6: Alba nel Sahara e sci nel deserto, trekking e ritorno a Merzouga, Spostamento Merzouga – Zagora
  • Giorno 7: Trekking sulle cime attorno a Zagora, tour Oasi e vecchia città
  • Giorno 8: Zagora – Ouarzazate: dispersi per i deserti collinari a ovest; fuoristrada e tour vari in groppa ai muli
  • Giorno 9: Ouarzazate – Marrakech: tour nelle concerie delle pelli, acquisti nei souk e riconsegna auto
  • Giorno 10: Marrakech – Malpensa: Ritorno a casa e subito via sulla neve!

Peccato per la mancanza di attrezzatura per poter praticare scialpinismo nel deserto, sarebbe stato sicuramente unico!

Partecipanti: jack, Elisa

15/12/2013 – Cima Piure – discesa sci Canale nord (variante sinistra)

Dopo diverse settimane senza perturbazioni, ci giunge all’orecchio la notizia che questo bellissimo itinerario di sci ripido è in perfette condizioni; un canale lungo ca 1000 m, racchiuso tra fascie rocciose che rendono piu suggestivo l’ambiente circostante, costantemente al cospetto dei 4000 del Monte rosa e del Cervino.

cima piure traccia

  • dislivello: 1370m ca (1000m ca il canale)
  • difficolta: 40/45 – 4.2
  • esposizione: Nord
  • partecipanti: jack, enri, luca zatto