14/09/2014 – Piz Palù – Quarto sperone

Altro weekend nel gruppo del Bernina, questa volta lungo una via che riesce a Isolarci nonostante siamo nel bel mezzo delle vie piu frequentate: il quarto sperone, il più piccolo tra i quattro, offre delle linee di salita non obbligate, con difficoltà e pendenze che non superano i 60°, ed accompagna direttamente alla cima del primo Palù, sbucando a pochi metri dalla vetta lungo la cresta della via Normale.

Piz Palu - quarto sperone - palu bernina soresini kuffner alpinismo diavolezza cambrena giacomo longhi mountainspace marco ballerini giorgio colzani  (15)

Prima parte dell’itinerario in comune con la via Soresini e la via Kuffner, dal quale si piega decisamente a sinistre abbandonando la parte centrale del pendio; da qui una volta superato lo zigzag delle terminali (salti a 65°/70°), si sale a piacimento o al centro del pendio o rimontando la cresta rocciosa, puntandone la cuspide nevosa sommitale, che delinea la “cima dello speroncino” (350m ca – 55°). Pochi metri in piano, altra piccola terminale, ed ecco l’ultimo strappo finale verso la vetta (100m ca – 55°). In rosso la linea di salita – in verde la possibile variante

Piz Palu - quarto sperone linea - soresini giacomo longhi mountainspace traversata palu bernina diavolezza cambrena

Rientro lungo la traversata dei Palù, poi per la Fortezza, sino alla risalita morenica alla nostra tendopoli al Diavolezza.

  • Altitudine min: 2750m
  • Altitudine max: 3905m
  • Dislivello: 1300m ca
  • Rif.D’appoggio: Chamanna Diavolezza (o tenda) 2978m
  • Esposizione: Varia (Prevalente N-W)
  • Difficoltà: 55° (60°/70° sulle terminali)
  • Partecipanti: jack, balle, alp colza
  • Note: possibile risalita in funivia fino al Rifugio Diavolezza